NOME LATINO: Capsicum Annuum - frutescens - acuminatum, ecc..

FAMIGLIA: Solanacee

PARENTI STRETTI: tabacco, patata, pomodoro, melanzana, belladonna, stramonio, mandragora

LUOGO D'ORIGINE: America Centro-meridionale

DESCRIZIONE: Pianta annua (o perenne), con radice cilindrica, fibrosa; fusto eretto di cm. 40-70; foglie alterne ellittico-acuminate o lanceolate; fiori solitari con corolla rotata e lembo di cinque lobi, bianchi d'estate; frutto conico che da verde passa a giallo e po a rosso vivo, di sapore acre piccante; semi arrotondati, numerosi.

COLTIVAZIONE: Mediante semina in cassette o lettorini, in marzo, in buche piene di letame o terra sostanziosa leggera. Sarchiare, sopprimere i getti bassi e innaffiare spesso. Raccolta in agosto.

LAVORAZIONE: Staccare i frutti, farne delle ghirlande e far essicare all'ombra. Temono l'umidità e la golosità di insetti demolitori. Quando i peperoncini saranno diventati secchi, polverizzarli con tutti i semi, salvo altri modi di conservarli, sia freschi sia secchi.